lunedì 14 marzo 2011

Fammi un ritratto del sole - Emily Dickinson


Fammi un ritratto del sole
Così che io possa appenderlo in camera mia
E possa fingere di scaldarmi
Mentre gli altri lo chiamano " Giorno"!
Disegnami un pettirosso- su un ramo-
Così che io possa ascoltarlo - mentre dormo -
E quando cesserà il campo nei campi
Anch'io deporrò la mia illusione.
Dimmi se e' vero che fa caldo a mezzogiorno
Se sono i ranuncoli - quelli che volano-
O le farfalle - quelle che fioriscono.
Poi, manda via il gelo dai prati
E scaccia la ruggine dagli alberi
Dammi l'illusione che - ruggine e gelo-
Non debbano più tornare!

5 commenti:

cosimo ha detto...

Ciao Viola!!

Questi versi mi hanno fatto vivere ancora una volta quello che sta capitando questi giorni qui a 10 metri di fronte a me. Ci sono alcuni pini alti 20 metri, abitatissimi da uccellini migratori in sosta momentanea. Dire che forse sono mille, non è esagerare. Immagina la musica e la coreografia quando si alzano più volte in volo durante la mattina e il pomeriggio!
Da incanto!!
Buona serata Viola!!

viola ha detto...

Cosimo cerco di immaginare che meraviglia sia ! uno spettacolo naturale ad ingresso libero:)) grazie!

Sara ha detto...

Che spettacolo...sono ranuncoli? Fanno gola!

Lara ha detto...

Davvero uno spettacolo i fiori che hai messo, cara Viola!
Per non parlare dei versi della Dickinson, sempre
stuggenti.
Buona giornata!!!
Lara

viola ha detto...

Si Sara sono ranuncoli che sembrano davvero da mangiare !!

Ciao Lara grazie e buona serata :)